Benvenuti nel mio blog

Benvenuti nel mio blog

domenica 17 novembre 2013

Costruire i ricordi

Manca più di un mese a Natale, e dentro di me sento già l'atmosfera magica che porta lo spirito natalizio. Le luci, i negozi addobbati, i film in tv, riscaldano l'aria di nuovi propositi e stampano un sorriso alla gente.
Quando ero bambina, non c'erano i DVD e i videoregistratori, ovvero c'erano, ma la mia famiglia non poteva permetterselo, era un lusso. Allora, il mio Natale significava poter vedere i classici Disnay, Fantaghirò e piccole storielle che trasmettevano su Italia 1, il canale dei cartoni animati con l'adorato Bim Bum Bam, e per mia madre Sette spose per sette fratelli, che all'epoca era un cult. Fino a quando all'età adolescenziale ho scoperto Dickens e il suo "Scrooge", e Frank Capra con la sua "Vita meravigliosa". Poi pian piano arrivò la Disnay e Scrooge si trasformò in zio Paperone e "Sette spose per sette fratelli" scomparvero. Ma ora sono dotata di tecnologia, ho il DVD e naturalmente il computer con Internet H24.
Ogni anno vengono sfornati nuovi classici, ma io sono affezionata al mio antico "Christmas Carol", in tutte le sue versioni, da Topolino al classico del 1939 in bianco e nero, fino all'ultima versione della Walt Disnay del 2009, dove Jim Carrey prestò il suo volto a Scrooge, fino alla versione degli anni novanta. Non cambia mai. Scrooge e sempre stato il tipo cupo, triste, scontroso, avaro della vita. Non ci si può far nulla. La sua antipatia e la sua avarizia colpisce nell'intimo e si pensa che un tipo del genere non apprezzerà mai lo spirito natalizio che vive nei cuori della gente buona, della gente semplice. Una storia bella da raccontare, da tramandare, da essere entusiasti. A dare vita alla tradizione della famiglia riunita per le feste, dei pop corn sul divano tutti insieme.
Questa è la tradizione che vorrei tramandare ai miei figli  un giorno, fin da piccoli. Perché presto quanto sembri, i figli non saranno più bambini e ci troveranno noiosissimi e antiquati e preferiranno uscire con gli amici, o stare soli in una camera. E' questo il tempo di costruire i ricordi e sensazioni piacevoli, che li accompagneranno nei loro natali.
 

Nessun commento:

Posta un commento